sabato 31 dicembre 2011

venerdì 30 dicembre 2011

Charlotte Brontë e il suo capolavoro

Jane Eyre

"Impossibile far la passeggiata quel giorno. La mattina, invece, avevamo errato per un'ora per le macchie spoglie, ma dopo pranzo (la signora Reed, quando non aveva compagnia, pranzava presto) il freddo vento invernale aveva ammassato delle nuvole così cupe, e cadeva una pioggia così insistente, che di andar fuori non si parlò neppure.
Me ne rallegrai. Non ho mai amato le passeggiate lunghe, specialmente nei pomeriggi rigidi. Era per me terribile ritornare a casa nel crepuscolo grigio, con le dita delle mani e dei piedi gelate, il cuore rattristato dai rimproveri di Bessie, la bambinaia, e sentirmi umiliata dalla consapevolezza della mia inferiorità fisica di fronte a Eliza, John e Georgiana Reed. (.....)"

Così inizia uno dei più bei romanzi che io abbia mai letto e che consiglio caldamente: Jane Eyre.

Jane Eyre film (2011)
Molte delle esperienze dell'autrice ricorrono nei romanzi che scrisse, le opere di Charlotte Bronte sono in realtà parzialmente autobiografiche.



Jane, esplicito alter ego della scrittrice, dopo anni di stenti e di solitudine, diventa istitutrice presso la famiglia Rochester. Il cinico padrone di casa è conquistato dalla personalità della ragazza. Ma quando Jane scopre che la moglie di Rochester, creduta morta, è ancora in vita, prigioniera della pazzia, fugge abbandonando l'uomo che le aveva chiesto di sposarlo. Sarà un enigmatico presentimento a farla tornare indietro e a preparare lo sviluppo finale del romanzo.



Piccolo commento...

Di Jane Eyre colpisce soprattutto la sua capacità di assorbire la nostra attenzione, e di trattenerla anche dopo aver chiuso il libro.
La più bella definizione del romanzo è nelle parole di Virginia Woolf  che, sessant’anni dopo, così ancora commentava:
"L’esaltazione ci sospinge lungo tutto il libro, senza lasciarci il tempo di pensare, senza lasciarci alzare gli occhi dalla pagina. Così intenso è il nostro assorbimento che, se qualcuno si muove nella stanza, il movimento sembra aver luogo non nella stanza ma nello Yorkshire. La scrittrice ci tiene per mano ben stretti, ci obbliga a percorrere la sua strada, ci fa vedere quello che lei vede, non ci lascia neppure un istante né ci consente di dimenticarci di lei. Alla fine siamo presi del genio, della veemenza, dell’indignazione di Charlotte Brontë. "

Jane Eyre miniserie tv (2006)
Questo romanzo vigoroso e intenso, che al suo apparire, nel 1847, decretò immediatamente la nascita di una grande scrittrice, conserva nel tempo tutta la sua forza. 
      
Citazione: <<Mi dica, Lei che è una fata, non può farmi un incantesimo, o darmi un filtro che mi renda bello?
-Ciò supera il potere della magia signore-
E tra me pensai: un occhio innamorato ecco l'incanto che ci vuole, per quell'occhio tu sei bello abbastanza e l'espressione cupa del tuo volto è ancor più attraente della bellezza...>>.

giovedì 29 dicembre 2011

Il profumo del sangue, piccolo commento

More about Il profumo del sangueIl profumo del sangue

di Nalini Singh
(Ed. Nord)

Trama: Cento anni di schiavitù in cambio della vita eterna: questo è il patto che viene stipulato tra un uomo che vuole diventare vampiro e l'angelo che decide di Crearlo. In apparenza è un accordo molto vantaggioso, ma spesso non viene rispettato e, in caso un vampiro fugga prima del termine, è compito dei Cacciatori rintracciarlo e restituirlo al suo padrone. A New York, nessuno svolge questo lavoro meglio di Ellie, perché lei possiede la capacità innata di "fiutare" la brama di sangue. Ed è proprio grazie al suo straordinario dono che viene scelta da Raphael, l'arcangelo della città, per un incarico delicatissimo: neutralizzare Uram, un arcangelo che si è trasformato in un efferato assassino. Ellie non può rifiutare, anche se si tratta di una missione suicida: nessun umano, infatti, può sconfiggere Uram, e, nella remota eventualità in cui riuscisse a sopravvivere, la punizione per aver fallito sarebbe peggiore della morte. Su una cosa è tuttavia irremovibile: non accetterà mai la proposta di Raphael di diventare la sua nuova amante. Ma ben presto Ellie scoprirà che non si può resistere al fascino di un immortale.

Serie Guild Hunter, Vol. 1

Commento: E' un romanzo originale ed accattivante, che non può lasciare indifferenti. Protagonisti eccellenti, comprimari ben caratterizzati ed affascinanti, una trama articolata e ricca di suspence, dei malvagi da paura (con qualche scena troppo orrida, per me!).

Ellie e Raphael (soprattutto lui, così affascinante, letale e possente) rimangono impressi nella memoria del lettore, cui ad ogni momento sembra di vederli fuoriuscire dalle pagine, come in un virtuale libro pop-up.

Insomma, quasi 5 stelline (solo perchè le scene horror erano troppo horror per me, per il resto punteggio pieno!) e... un "chissà cosa ci aspetta nei prossimi volumi!?".

Giudizio:
Imperdibile per gli amanti dell'urban fantasy e delle storie avventurose con elementi soprannaturali! 

mercoledì 28 dicembre 2011

Cappa, spada e ... magia!

Siamo negli ultimi anni del 1700, appena prima dello scoppio delle guerre Napoleoniche, un periodo di grossi cambiamenti e di conflitti. Durante questo periodo, muovendosi tra Francia e Inghilterra, opera un gruppo di nobili famiglie, chiamate Il Circolo
I suoi componenti hanno ereditato poteri magici, trasmessi di generazione in generazione. Ma negli anni, le credenze in stregonerie ed incantesimi sono andate perdute, così anche se la linea di sangue esiste ancora, molti discendenti ignorano di essere dotati di questo potere magico o non sanno come usarlo.
I protagonisti di questa serie di romanzi, sono al servizio (spesso contro la loro volontà) del misterioso gran maestro delle spie del re di Inghilterra, Sir Alaric e sono costretti a nascondersi sotto identità segrete per scoprire e sgominare i complotti di rivoluzionari e traditori. Come se non bastasse,  a rendere le loro avventure ancora più rischiose, si trovano ad entrare in contatto con le famiglie del Circolo e con i loro oscuri nemici, la Lega Infernale.
Intrighi, agguati, fughe rocambolesche, come nei vecchi romanzi di cappa e spada, si mescolano alla passione e alla magia, elemento che prenderà maggiormente peso nella narrazione, a partire dal secondo romanzo.


Ecco i libri che compongono questa avvincente saga, edita dalla Signet Eclipse Edizioni, la cui autrice è Naomi Bellis.

STEP INTO DARKNESS
(INVITO AL BUIO)

Nel mezzo della Rivoluzione Francese, la figlia di un visconte ingaggia l'aiuto di un uomo che si rivela essere una pericolosa minaccia per la sua famiglia... 

Quando suo padre viene imprigionato dai Francesi, Sarah Leaford vuole disperatamente salvarlo dalle prigioni di Parigi. Il suo successo dipende da un uomo: Gentleman Jack, il più grande ladro di tutta Londra. Quello che lei non sa è che Jack conosce già molto bene suo padre... Anni prima, Lord Carleigh accusò Jack di omicidio,More about Invito al buio rovinandolo e destinandolo al patibolo. Questa è l'occasione per Jack di ottenere vendetta. Ma, per farlo, deve resistere dall'innamorarsi della bella nobildonna e della sua misteriosa, indomabile magia. Trascinati insieme dal piano pericoloso, essi giurano di fare di tutto per resistere all'insaziabile desidero che li sorprende. Tutto, sì, eccetto rinunciare alla missione... perchè Sarah e Jack non sono semplicemente una ragazza e un ladro, e molte vite oltre la loro sono a rischio. C'è così tanto in gioco che persino i morti vengono coinvolti.


Interessante l’ambientazione nella Francia del Terrore e della ghigliottina. Un romanzo avvincente ed avventuroso che  riecheggia nel genere “La Primula Rossa”. 
   
DRAW DOWN THE DARKNESS 
(AL CALARE DELLE TENEBRE)

Nella battaglia tra intrigo e magia, la passione è un'arma potente.
 
Nella Londra del diciottesimo secolo, La spia più talentuosa di Inghilterra rischia il suo onore - e la sua vita - per salvare la donna che può guarire il suo cuore. Per salvare la sua famiglia dalla rovina, Nicholas Saville, visconte Redfern, si impegna a servire il capo delle spie di Re Giorgio. Lo spionaggio fa per luiMore about Al calare delle tenebre eccetto che i suoi doveri lo portano lontano dall'Inghilterra e dalla sua fidanzata. Ferita dalle lunghe, inspiegabili assenze del suo fidanzato, Helen Barrett rompe il loro fidanzamento. Presto si ritrova corteggiata da un potente conte, un uomo molto versato in magia e tradimento. Egli ispira diffidenza in Helen, e le dona una bellissima collana di zaffiri - un dono che la rende prigioniera della sua magia. La missione di Redfern è fermare la Hellfire League, ma rischierà quella e molto di più per salvare - e conquistare di nuovo - la donna che adora... 



THEFT OF SHADOWS
(LADRO NELL'OMBRA)
 
Inghilterra 1799: Una ladra deruba una spia - e da quel momento in avanti, il prezzo dell'amore è il brigantaggio...
 
Una volta spia, Gabriel d'Aubrigny, Cavaliere di Lesgardes, torna in Inghilterra con una borsa d'oro e progetti per iniziare una nuova vita. La sua fortuna svanisce come nebbia sulla brughiera quando un brigante gli ruba la borsa. Senza un soldo, Gabriel deve rivolgersi all'enigmatico Capo delle spie, Sir Alaric Fitzwilliam, per un lavoro. La sua missione: fingersi un uomo di corte eMore about Ladro nell’ombra smascherare un uomo sospettato di usare i suoi poteri magici contro il trono... Dopo aver derubato un attraente viaggiatore, Anne Tremaine usa la sua nuova fortuna per fingersi una facoltosa vedova. Mettendosi sulle tracce di un vecchio nemico nella società londinese, incontra di nuovo Gabriel. Ogni incontro con il francese è un gioco pericoloso, perchè il suo tocco accende il desiderio - ma un solo passo falso potrebbe portarla dalle sue braccia al patibolo. Inoltre, può scommettere i suoi gioielli rubati che Gabriel non è quello che appare...

Questi romanzi sono stati pubblicati in Italia nella collana “Mystère” de "I Romanzi  Mondadori".

lunedì 26 dicembre 2011

I "misteriosi" romanzi di Deanna Raybourn

La serie "I Misteri di Lady Giulia Grey" di Deanna Raybourn (aggiornata al V° volume)


“Silenzi e Veleni” (Silent in the Grave) è il primo romanzo della serie “Silent”, anche denominata “I Misteri di Lady Giulia Grey". In questo libro, ci viene narrato come Lady Julia Grey inizi ad investigare sulla misteriosa morte di suo marito con l'aiuto dell’enigmatico investigatore privato Nicholas Brisbane.
Dai salotti dell'aristocrazia ad un campo di zingari nella Brughiera di Hampstead, “Silenzi e Veleni” abilmente cattura la reale atmosfera della Londra Vittoriana.


Questo romanzo ha vinto il "RITA AWARDS 2008" come miglior racconto con forti elementi romantici.

More about Silenzi e segretiNel secondo libro, “Silenzi e Segreti” (Silent in the Sanctuary), l'autrice ci conduce in un'antica tenuta dove regnano oscuri segreti, un luogo inquietante ed isolato, dove si aggira nascosto tra gli altri ospiti, un misterioso assassino che colpisce all’improvviso. Ancora una volta, toccherà a Lady Julia e Nicholas Brisbane (che intanto continuano a girarsi attorno) scoprire l’insospettabile identità di chi trama nell’ombra e fermarlo.

“Silenzi e Segreti” è stato nominato per il Dilys Wynn Award e il Premio Daphne du Maurier.
 
More about Silenzi e misteriNel terzo romanzo, “Silenzi e Misteri” (Silent on the Moor), Lady Julia viaggia nello Yorkshire, in compagnia di sua sorella Porzia. Determinata a sistemare le cose una volta per tutte tra lei e il misterioso Nicholas Brisbane, Lady Julia riesuma invece un’eredità di malevolenza e il male che minaccia di distruggere entrambi.

“Silenzi e Misteri” è approdato nella lista dei best seller della “Independent Mystery Booksellers Association”, ancora prima della sua uscita ufficiale, e vi è rimasto per otto settimane.

More about Silenzi e sussurri Nel quarto romanzo "Silenzi e Sussurri" ritroviamo Lady Julia Grey felicemente sposata con l'affascinante detective Nicholas Brisbane. La loro luna di miele è però interrotta dagli eccentrici fratelli della sposa, Plum e Portia, che chiedono il loro intervento per aiutare una vecchia amica. Ancora una volta, si troveranno coinvolti nella soluzione di un oscuro mistero, in una situazione così pericolosa, da rischiare di non vivere abbastanza per festeggiare il loro primo anniversario.



More about Silenzi e complottiNel quinto romanzo "Silenzi e Complotti" un bottone dorato è l'unico indizio concreto che Julia e Nicholas Brisbane hanno in mano per scovare l'assassino di Madame Séraphine, sedicente medium morta per avvelenamento proprio sotto i loro occhi. Molti avevano interesse ad ucciderla...Tra le complicazioni create dalla bizzarra famiglia March, dagli altrettanto bizzarri domestici e dai parenti gitani di Nicholas, qualcuno attenta alla vita di Julia e, per risolvere lo spinoso caso, Brisbane dovrà affidarsi non solo alla scienza e al suo acume investigativo, ma anche alla curiosità e all'intuito femminile della sua incontenibile moglie.



PICCOLO COMMENTO ALLA SERIE "SILENT"

“I Misteri di Lady Giulia Grey"
Per apprezzare maggiormente la lettura di questa serie, si deve tener presente che non può essere definita propriamente “romance”, anche se non manca il sentimento. Bisogna essere pronte a lasciare i balli, le passeggiate e la vita frivola della nobiltà durante la Reggenza e immergersi nella ben più opprimente atmosfera Vittoriana. Quella che ci presenta l’autrice è, infatti, una Londra plumbea e oscura, dove nessuno conosce veramente l’altro, nemmeno chi gli è più vicino, dove avvengono strani delitti e si nascondono inconfessabili segreti. Il primo romanzo parte proprio con un evento traumatico: una morte. Da qui si dipana, per contro, una serie di avventure e scoperte, di sofferenze e cambiamenti. L’elemento principale del racconto è il mutamento, la crescita interiore di Lady Julia Grey che si rifletterà anche nel suo aspetto, oltre che nel suo modo di rapportarsi agli altri.
In tutti i tre romanzi, le componenti predominanti sono dunque il giallo, il mistery, con elementi che ricordano i vecchi romance gotici degli anni '60-'70.
L’amore, infatti, c’è e non è secondario! I sentimenti che affiorano tra la protagonista e lo sfuggente Nicholas Brisbane durante le indagini svolte fianco a fianco, pur intuiti, accennati, tenuti a freno, sono forti, trascinanti. Forse proprio perché soffocati, sono più dirompenti e avvincono il lettore come pochi romanzi riescono a fare.
Se Deanna Raybourn ha una ricetta, forse questi sono gli ingredienti pricipali: il mistero, un'ambientazione accurata, una protagonista piena di carattere e un uomo (bellissimo) tenebroso ed enigmatico.
Mescolate tutto con cura ed avrete “I Misteri di Lady Giulia Grey".
Non perdetevi questa serie e vedrete che le avventurose ed oscure vicende in cui si trovano coinvolti Lady Julia e Nicholas Brisbane, nonché la stravagante famiglia della nostra eroina, sapranno catturarvi e tenervi incollate alle pagine fino all’inaspettato epilogo.

Giudizio complessivo:

---------------------------------------------------------------------


Mistero al castello" (The Dead Travel Fast) non appartenente alla serie "Silent". Vi si narra la storia di Teodora Lestrange, una giovane romanziera scozzese, e delle sue avventure in Transilvania nel 1858. (Ci sono forse cose come i vampiri?). Eccitazione, pericolo e romanticismo attendono l'indipendente, testarda scrittrice, quando lascia la Scozia per le terre selvagge della Transilvania.

MISTERO AL CASTELLO

Trama: Scozia - Transilvania, 1858. Per Theodora Lestrange, che sogna di diventare una scrittrice di successo, la prospettiva di sposarsi e mettere su famiglia è un incubo. Così, quando una cara amica la invita a raggiungerla in Transilvania per le sue nozze, la giovane non esita a lasciarsi alle spalle Edimburgo e un pretendente che non ama, sperando di trovare ispirazione per il suo nuovo romanzo nelle cupe leggende che ancora permeano quei luoghi. Le sue aspettative non vengono deluse: nel castello dei Dragulescu, di cui è ospite, si respira aria di mistero e il padrone di casa è un personaggio a dir poco enigmatico, che risveglia la sua immaginazione e accende in lei una passione incontenibile. Poi una serie di tragici eventi getta una luce ancor più sinistra sul castello, e Theodora si rende conto che diventare preda del desiderio non è l'unico rischio che corre, né il più pericoloso.

Un thriller storico romantico e misterioso, con suggestive atmosfere gotiche, che mantiene alta la tensione fino all'ultima pagina.
La Raybourn evoca deliziosamente la lingua, la tensione, e la grandezza travolgente dei romanzi gotici del XIX° secolo.
Theodora è un'eroina tanto deliziosa, quanto Andrei appare crudele, meschino, misogino, al punto da non sembrare mai davvero degno di lei.


Si tratta di un gothic-romance che rimanda a quelli degli anni '60 per atmosfere e suggestioni, ma ricco di elementi moderni e con personaggi che solo la Raybourn sa tratteggiare.

Tutti i romanzi di Deanna Raybourn sono editi da Harlequin Mondadori.

sabato 24 dicembre 2011

venerdì 23 dicembre 2011

martedì 20 dicembre 2011

Il Natale in casa March

"UN LIETO NATALE"
da PICCOLE DONNE di Louisa May Alcott

Nella grigia luce del mattino di Natale, la prima a svegliarsi fu Jo; rimase delusa nel vedere che non vi erano calze appese al camino ma, ricordandosi della promessa della mamma, cercò sotto il cuscino e ne trasse un libretto rilegato in rosso. Era la bellissima storia della vita del miglior Uomo che fosse vissuto; Jo la conosceva bene e sapeva che non poteva esistere un miglior libro-guida per un pellegrino in cammino.
Con un allegro "Buon Natale" destò Meg e le ricordò di cercare sotto il cuscino. Anch'essa trovò un libro con la copertina verde e con alcune parole di dedica scritte dalla mamma. Questo, rendeva il dono ancor più prezioso. Poco dopo Beth ed Amy si svegliarono e, frugando sotto i guanciali, trovarono la prima un libro color cenere, la seconda uno color turchino. Le ragazze cominciarono a sfogliare i libri commentandoli, mentre il cielo si tingeva di rosa per il sorgere del sole.
Margherita, malgrado le sue piccole vanità, era molto buona e saggia ed aveva una certa influenza sulle sorelline, specialmente su Jo che le voleva molto bene.
- Ragazze - disse Meg, abbracciando con un solo sguardo le quattro testine arruffate - la mamma desidera che noi leggiamo ed amiamo i libri: dobbiamo ubbidire fin da ora.
Così detto cominciò a leggere. Jo le passò un braccio attorno alle spalle e iniziò la lettura con la guancia appoggiata a quella della sorella.

- Meg è proprio buona - esclamò Beth commossa. - Vieni, Amy, seguiamo il loro esempio; ti spiegherò le parole che non conosci ed io, se non capirò qualcosa, mi rivolgerò a loro.
- Ho piacere che la copertina del mio libro sia turchina! - disse Amy.
Tutta la casa piombò nel silenzio, interrotto soltanto dal frusciare delle pagine. Intanto il sole inondava la camera, augurando il "Buon Natale" alle quattro testine bionde.
- Dov'è la mamma, Anna? - domandò Meg, dopo una mezz'ora, mentre scendeva le scale insieme a Jo.

- Dio solo lo sa! È venuto un povero a chiedere l'elemosina e dopo essersi informata su ciò che gli abbisognava, è uscita con lui. Non conosco nessuna donna più generosa nel donare cibi ed abiti ai poveri.
- Immagino che tornerà presto: prepara intanto le torte: poi prepariamo il resto, - disse Meg, guardando i regali dentro al paniere.
- Ma dov'è l'acqua di Colonia di Amy?
- L'ha presa lei pochi momenti fa per metterci un nastro o non so quale altra cosa - rispose Jo, saltellando per la casa.
- Sono belli i miei fazzoletti? Anna me li ha lavati e stirati ed io li ho cifrati, - disse Beth guardando le cifre piuttosto irregolari.
- Ma guarda, invece di ricamare "M.M." ha fatto "Mamma"! - esclamò Jo, guardandone uno.
- Ho forse fatto male? Anche Meg ha come cifra una doppia "M" ed io voglio che questi fazzoletti li adoperi soltanto la mamma! - rispose Beth turbata.
- Hai fatto benissimo, tesoro! La mamma sarà molto contenta, - disse Meg lanciando una severa occhiata a Jo e sorridendo a Beth.
- Ho sentito dei passi, presto, nascondiarno i regali! - esclamò Jo concitatamente, ma non era la mamma: era Amy che entrava in gran fretta, tutta confusa nel vedere che le sorelle l'aspettavano già.

 - Dove sei stata e cosa nascondi, lì dietro? - chiese Meg molto meravigliata nel constatare che la pigra sorellina era uscita così di buon'ora.
- Non ridere, Jo. Non volevo dirlo a nessuno, ma mi avete scoperto. Sono andata a cambiare la boccetta di profumo con una più grande: ho speso tutti i miei risparmi. Voglio diventare veramente buona.
Amy mostrò la bella bottiglia che avrebbe sostituito quella più piccola ed era così bello ed umile il suo gesto che Meg non potè fare a meno di abbracciarla.
- Stamattina dopo aver letto il libro - mi sono vergognata del mio egoismo. Appena alzata sono uscita per cambiare la boccetta, ma adesso sono contenta perchè il mio regalo è il più bello di tutti - soggiunse Amy.
La porta di casa si chiuse di nuovo e le ragazze fecero sparire rapidamente il paniere sotto il divano.
- Buon Natale, mamma! Buon Natale! Grazie dei libri: abbiamo già cominciato a leggerli e saranno la nostra lettura di ogni mattina - gridarono allegramente le quattro ragazze.
..............

domenica 18 dicembre 2011

Natale, nei racconti dei classici

Notte di Natale
Quindici storie sotto l'albero
 

(Ed. Einaudi)

È vero, nella notte di Natale possono accadere dei miracoli. Ma ci si può anche perdere tra i ghiacci delle montagne. Si può morire di fame e di freddo. Si possono percepire strane presenze. Si può gioire per un regalo inaspettato.

Hoffmann, Andersen, Stifter, Gogol´, Gaskell, Dickens, Dostoevskij, Maupassant, Van Dyke, Anstey, Le Braz, Hume, âechov, O. Henry, Yeats: un caleidoscopio di letture per aspettare insieme a quindici grandi autori l'arrivo della notte di Natale. Voci diverse, atmosfere di sogno e di mistero, temi delicati e amari al tempo stesso: le storie qui raccolte ci raccontano miracoli, apparizioni di fantasmi, solitudini e improvvisi stupori. Ma tutte ci parlano di speranza e di magia.

Ecco l'elenco dei titoli dei quindici racconti classici, contenuti in questo libro:
•E.T.A. Hoffmann - Le avventure della notte di san Silvestro
•Hans Christian Andersen - L'abete
•Adalbert Stifter - Cristallo di rocca
•Nikolaj Gogol' - La notte prima di Natale
•Elizabeth Gaskell - La storia della vecchia balia
•Charles Dickens - Un albero di Natale
•Fëdor Dostoevskij - Il bambino e l'albero di Natale di Gesù
•Guy de Maupassant - Racconto di Natale
•Henry Van Dyke - L'angelo di Natale
•F. Anstey - La maledizione dei Catafalques
•Anatole Le Branz - L'avventura del marinaio
•Fergus Hume - Il tocco del fantasma
•Anton Cechov - Van'ka
•O. Henry - natale per forza
•William Butler Yeats - La sorte di Frank M'Kenna


Sempre, in edizione Einaudi, potete trovare altre due raccolte (uscite rispettivamente nel 2009 e nel 2005).



Aspettando il Natale
25 racconti per la vigilia


Una raccolta di racconti in attesa del giorno più speciale dell'anno, Natale, argomento per una storia, ma anche semplicemente sfondo, ispirazione o morale. De Marchi, la Deledda, la sorprendente Haydée, Bianciardi, l'anderseniana Contessa Lara, Verga, Buzzati, Bedeschi, Pirandello, D'Annunzio, Guareschi, Zavattini, ma anche Mozzi e Lodoli, sono solo alcuni tra i venticinque scrittori italiani dell'Otto e Novecento presenti in questo volume. Ci narrano la solitudine nel giorno che più accomuna, la povertà tra l'abbondanza più sfacciata. Rammentano, a chi l'avesse scordata, l'origine della festa, ammoniscono chi dà per scontati la gioia, il calore, la famiglia. Per una volta, infatti, lo scopo dello scrittore non è intrattenere la compagnia, ma ricordarle perché si è riunita; il suo compito, solenne e sentito, è spiegarci che cos'è veramente il Natale.


Racconti di Natale

Chi l'ha detto che il Natale deve essere noioso, edificante, sdolcinato? Oltre al classico "bianco Natal" ne esistono di gialli, di neri, di rosa, di blu: Natali esilaranti e Natali scioccanti, Natali che danno i brividi e Natali che mettono pace, Natali cinici, poetici, svagati, smagati. Natali inaspettati. In questo volume tutti questi Natali vengono riuniti in una raccolta di racconti, in cui i più bei nomi della letteratura di ogni tempo - da Stevenson ad Austee, da Calvino a Buzzati, dalla Alcott a Conan Doyle - fanno a gara per stupire, commuovere, divertire, emozionare, in un coro di voci uniche e ormai classiche che regalano il ritratto più completo del giorno più speciale dell'anno.

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2014: ora tutti i volumi sono disponibili anche in ebook

mercoledì 14 dicembre 2011

Un nuovo romanzo gotico

More about La sonnambula

La sonnambula 

Ogni cuore nasconde un segreto

di Essie Fox
(Ed. Castelvecchi)

Trama: Quando, nella Londra di fine Ottocento, la diciassettenne Phoebe Turner aveva accettato la proposta dell'eccentrico Nathaniel Samuels e, dalla capitale inglese, si era trasferita a Dinwood Court, pensava che tutto si sarebbe risolto in una nuova esperienza; lavorare come dama di compagnia per Lydia, la moglie del signor Samuels, una donna fragile e malata di nervi. Ma c'è un passato tenebroso che non vuole essere dimenticato: un'ombra che segue la giovane Phoebe in quell'isolata residenza di campagna per svelarle la vicenda di un'amante dal cuore spezzato, di una giovane attrice costretta ad abbandonare il palcoscenico, di un maggiordomo in preda a desideri inconfessabili e di una povera ragazza, Esther, la figlia di Nathaniel e di Lydia, ritrovata morta assiderata, tanto tempo prima, nei campi che circondano la casa di Dinwood Court. Al centro di questo labirinto di inganni e tradimenti, Phoebe scoprirà di non essere la persona che aveva sempre creduto. E che la sua venuta a Dinwood Court non era certo stata frutto del caso. Ma dopo aver regalato il suo amore a un ragazzo che potrebbe essere suo fratello e ora che, nel cuore della notte, i tormenti della povera Esther puntano il dito contro un insospettabile assassino, Phoebe è costretta a spalancare le porte che sbarrano i segreti di una casa. Scoprirli sconvolgerà la sua vita, trascinando ogni suo gesto, ogni sua parola, ogni sua emozione nelle pieghe oscure di una trama di un grande romanzo gotico. 

Un storia avvincente (una volta tanto autoconclusiva) che prende il via nella Londra vittoriana (in particolare nell'East End). Un'ambientazione tipicamente gotica, con elementi soprannaturali ed una trama intessuta di segreti di famiglia, tradimenti e amore. 
Se questi sono gli ingredienti che cercate in un romanzo, non vi resta che leggerlo! 

In libreria dal novembre 2011

domenica 11 dicembre 2011

I miei film … per le feste di Natale

Harry, ti presento Sally

(Usa 1989 - Genere: Commedia/Romantico)

Regia: Rob Reiner
Cast: Billy Crystal, Meg Ryan, Carrie Fisher, Bruno Kirby, Steven Ford, Lisa Jane Persky, Michelle Nicastro
 
Trama: Due compagni di università, dopo la laurea, fanno il viaggio in auto da Chicago a New York sopportandosi cortesemente, soprattutto perchè lui sostiene che tra un uomo e una donna non ci può essere amicizia, perchè c'é sempre di mezzo il sesso. Dopo undici anni si ritrovano, e decidono di provare a diventare amici. L'amicizia si trasforma in amore, ma non lo vogliono ammettere, sino a quando ci si mette di mezzo il sesso.
 
Frasi tratte dal film:
“Ti rendi conto vero che non potremo mai essere amici.
Perché no?
Beh ecco... e guarda che non ci sto provando in nessunissimo modo. Uomini e donne non possono essere amici perché il sesso ci si mette sempre di mezzo.
No non è vero, io ho tantissimi amici maschi e il sesso non c'entra per niente.
Non è così.
Sì, invece.
No invece.
Si invece.
Tu credi sia così.
Stai dicendo che io ci vado a letto senza accorgermene?
No, sto dicendo che loro vogliono venire a letto con te.
Non è vero.
È vero.
Non è vero.
È vero.
E come lo sai?
Perché nessun uomo può essere amico di una donna che trova attraente, vuole sempre portarsela a letto.
Allora stai dicendo che un uomo riesce ad essere amico solo di una donna che non è attraente?
No, di norma vuole farsi anche quella.
Ma se lei non vuole venire a letto con te?
Non importa, perché il click del sesso è già scattato quindi l'amicizia è ormai compromessa e la storia finisce li.
Credo che non saremo amici allora.
Credo di no.
Ah è un peccato. Eri l'unica persona che conoscevo a New York.”

Harry (Billy Crystal), Sally (Meg Ryan)

"Quando compro un libro, io leggo l'ultima pagina per prima: così, se muoio prima di finire, so quello che succede".
Harry Burns (Billy Crystal)

"Harry: C'ho pensato tanto... e il risultato è che ti amo.
Sally: Cosa?
Harry: Ti amo.
Sally: E che cosa pensi che ti risponda adesso?
Harry: Per esempio: anch'io ti amo.
Sally: Preferisco: me ne vado.
Harry: Allora non significa niente per te?
Sally: Mi dispiace, Harry. Lo so che questa è la notte di capodanno, lo so che ti senti solo ma tu non puoi arrivare qui, dirmi che mi ami e aspettarti che questo risolva tutto. Le cose non funzionano in questo modo.
Harry: Bè, e come funzionano?
Sally: Non lo so! Ma non in questo modo...
 

Harry: Allora proviamo così: ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi, ti amo quando ci metti un'ora a ordinare un sandwich, amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo, mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf e sono felice che tu sia l'ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo. E non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile!

Sally: Ecco! Tanto sei il solito imbroglione! Dici cose del genere, e mi spieghi poi come faccio a odiarti io? E invece io ti odio! Ti odio. Sul serio... ti odio..."

Sally (Meg Ryan), Harry (Billy Crystal)

In realtà dovrei citare ogni singola, memorabile, frase del film ma, per questioni di spazio, mi sono limitata alle più famose.
Se non si fosse capito…  è il mio film preferito in assoluto, lo adoro e ne conosco a memoria ogni singolo fotogramma!



Love Actually - L'amore davvero
 
(Gran Bretagna 2003 - Genere: Commedia)

Regia: Richard Curtis
Cast: Hugh Grant, Liam Neeson, Colin Firth, Laura Linney, Emma Thompson, Alan Rickman, Keira Knightley, Martine McCutcheon, Bill Nighy, Rowan Atkinson, Denise Richards, Billy Bob Thornton, Shannon Elizabeth, Elisha Cuthbert. 


Trama: Mancano cinque settimane a Natale a Londra e in effetti l’amore è dappertutto. Dal nuovo Primo ministro scapolo che si innamora di una ragazza giovane e carina del suo staff Natalie, pochi momenti dopo aver fatto il suo ingresso al numero 10 di Downing Street ad uno scrittore Jamie, che fugge nel sud della Francia per dimenticare la donna che l’ha tradito e trova l'amore sulle sponde di un lago. Da una donna sposata, Karen, che sospetta che il marito stia allontanandosi da lei ad una giovane sposa, Juliet, che scambia il riserbo del migliore amico di suo marito per qualcos’altro. Da un ragazzino che cerca di conquistare l'attenzione della ragazza più irraggiungibile della scuola ad un vedovo, Daniel, che cerca di costruire un rapporto con un figliastro che conosce appena. Da una giovane americana disperata, Sarah, che finalmente trova il coraggio di parlare con un collega di cui è segretamente infatuata da tempo ad una matura rock star “ho visto tutto, ricordo ben poco” che tenta si ripropone ma, come al solito, non vuol scendere a compromessi. L'amore getta tutti nel caos.

Frasi tratte dal film:
“Ci hanno assegnato le parti per la recita di Natale. Io sono l’aragosta.
L’aragosta?
Sì.
Nella recita di Natale?
Sì! Sono la prima aragosta!
Perché, era presente più di un’aragosta alla nascita di Gesù?”

Karen (Emma Thompson)

"Ogni volta che sono depresso per come vanno le cose al mondo, penso all'area degli arrivi dell'aeroporto di hitrow. È opinione generale che ormai viviamo in un mondo fatto di odio e avidità, ma io non sono d'accordo. Per me l'amore è dappertutto. Spesso non è particolarmente nobile o degno di nota ma comunque c'è. Padri e figli, madri e figlie, mariti e mogli, fidanzati, fidanzate, amici. Quando sono state colpite le torri gemelle per quanto ne so, nessuna delle persone che stava per morire ha telefonato per parlare di odio o vendetta, erano tutti messaggi d'amore. Io ho la strana sensazione che se lo cerchi scoprirai che l'amore davvero è dappertutto".
dal film "Love Actually" di Richard Curtis

"Hei ragazzi non comprate la droga! Diventate una popstar, così poi ve la danno gratis!"
Billy Mack (Bill Nighy)


Divertente, pieno di trovate e, a tratti, anche commovente. Adattissimo alle feste di Natale (per l’ambientazione del film) regala risate, personaggi indimenticabili ed una Londra da sogno.



Serendipity
Quando l'amore è magia

(Usa 2001 - Genere: Commedia Romantica)

Regia: Peter Chelsom
Cast: John Cusack, Kate Beckinsale, Jeremy Piven, Molly Shannon, Eugene Levy


Trama: Nel dicembre 1990 Jonathan e Sara s'incontrano a Manhattan mentre fanno compere e, travolti da un'irresistibile attrazione, passano insieme una serata platonicamente magica. Si separano, lasciandosi dietro, come Pollicino, improbabili indizi per ritrovarsi. L'idea è di Sara, vera fatalista. Anni dopo, entrambi alla vigilia di convolare a nozze, fanno di tutto per ritrovarsi. Finalmente, trascorsi 10 anni dal loro incontro, i due ragazzi si ritrovano; il fato aveva stabilito quest'unione prima ancora che gli stessi protagonisti se ne accorgessero?

Frasi tratte dal film:
“Sara: Il più bel momento a New York.
Jonathan: Beh, questo scala rapidamente la classifica.”

Sara Thomas (Kate Beckinsale), Jonathan Trager (John Cusack)
(mentre pattinano sul ghiaccio)

“Forse l'assenza di segni è un segno.”
Jonathan Trager (John Cusack)

"Dov’è il tuo ragazzo? 
 

Credo stia facendo quello che stai facendo tu.
Cosa, innamorarsi della ragazza di un altro?"
Jonathan Trager (John Cusack) e Sara Thomas (Kate Beckinsale)


Non è il film più bello che abbia visto, ma è carino e si lascia guardare con piacere, complici l’atmosfera natalizia e lo sfondo magnifico di New York, illuminata a festa e ammantata di neve.



L'amore non va in vacanza

(U.S.A. 2006 - Genere: Commedia, Romantico)
 
Regia: Nancy Meyers
Cast: Cameron Diaz, Kate Winslet, Jude Law, Jack Black, Eli Wallach, Rufus Sewell, Edward Burns, Lydia Blanco, John Krasinski


Trama: Tradite dai loro uomini e sfortunate in amore, due donne che non si conoscono e che vivono in continenti diversi, una é americana e l'altra é inglese, s'incontrano su internet e decidono di scambiarsi la casa per le vacanze, chissà che un po' d'aria nuova e il trovarsi in un paese diverso non le aiuti a fare nuove conoscenze e magari trovare quella fortuna in amore che sino a quel momento ad entrambe ha voltato le spalle...

Così, le due donne trascorrono le vacanze di Natale ognuna nella casa dell'altra: Iris si trasferisce in una assolata e moderna abitazione di Los Angeles, mentre Amanda si stabilisce in un accogliente cottage inglese coperto di neve e…

Frasi tratte dal film:
“Credo di pensare all'amore più di quanto in realtà si dovrebbe. Resto sempre sbalordita dal potere assoluto che ha di alterare e definire la nostra vita...”
Iris (Kate Winslet)

“Arthur: Nei film c'è la protagonista e c'è la migliore amica. Tu, te lo dico io, sei una protagonista, ma per qualche stupida ragione ti comporti da migliore amica.
Iris: Quant'è vero! Si dovrebbe essere protagonisti della propria vita!”

Arthur (Eli Wallach), Iris (Kate Winslet)

"Iris se tu fossi una melodia userei solo note belle..."
Miles (Jack Black)


Storia di due donne diverse e di due mondi diversi che si incontrano e si scambiano durante le vacanze di Natale, romantico con brio!
E...non so cosa darei per vivere nel cottage di Iris!


Infine, meno conosciuto, ma simpatico, ricco di buoni sentimenti e ...tanta neve, è questo film con Renée Zellweger: da Miami alle bianche distese del Minnesota.



New in Town
(U.S.A. 2009 - Genere: Commedia)

Regia: Jonas Elmer
Cast: Renée Zellweger, Harry Connick Jr., Siobhan Fallon, J.K. Simmons, Wayne Nicklas, Rashida Jones, Nathan Fillion, Frances Conroy, Kristen Harris, Hilary Carroll 

 
Trama: Lucy Hill, una promettente donna in carriera di Miami, sta per rivoluzionare completamente la sua vita. Allettata dall'idea di ottenere una promozione, accetta, con un po' di sofferenza, di andare ad occuparsi della riorganizzazione aziendale di una fabbrica del Minnesota, con temperature polari e lontano da tutti quei lussi ai quali era oramai abituata. L'indifferenza degli abitanti della cittadina, mettono a dura prova la resistenza dell'ambiziosa Lucy, ma piano piano riuscirà a farsi apprezzare e ad entrare nei loro cuori, trovando inoltre, con sua grande sorpresa, l'uomo della sua vita. Quando dai suoi superiori, però, riceve l'ordine di chiudere l'azienda, Lucy, si trova di fronte ad un bivio, e dovrà prendere una decisione che potrà rivelarsi la più difficile della sua vita...

venerdì 9 dicembre 2011

Viaggiare nel tempo con i romanzi

Il concetto di viaggio nel tempo è un'idea che affascina da tempi immemorabili l'umanità ed io sono tra quanti hanno sempre sognato una tale possibilità. Il fascino del passato e non solo, un presente che non soddisfa ed un futuro che non entusiasma...

Tema tipico della fantascienza, il viaggio nel tempo è un ipotetico spostamento tra diverse epoche temporali, verso il passato o il futuro; potrebbe essere associato o meno allo spostamento nello spazio.

Allo stato attuale non vi sono teorie scientifiche che possano implicare la possibilità di un viaggio nel passato. La teoria della relatività, comportando il fenomeno della dilatazione del tempo per oggetti che si spostino a velocità prossime a quella della luce (circa 300.000 km/s), fenomeno verificato da numerosi esperimenti, sembrerebbe lasciare la porta aperta all'ipotesi dello spostamento nel futuro. Ma bisogna notare come tale viaggio nel futuro non ha probabilmente nulla in comune con l'idea di un viaggio nel tempo cui siamo usi nella fantascienza.

Mettendo da parte le teorie scientifiche in proposito, chi non ha mai letto "La macchina del tempo" di Herbert George Wells o "Timeline" di Michael Crichton? Chi non ha sognato di viaggiare come Michael J. Fox sulla mitica De Lorean in "Ritorno al futuro"?
 
Vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se ci si potesse spostare tra diverse epoche temporali, verso il passato o il futuro? Chi potremmo incontrare, quali avventure potremmo vivere?
 
Questo è il tema centrale di tre romanzi molto belli, in cui l'idea del viaggio spazio-temporale si sposa col romance.

L'uomo dei miei sogni
 
di Jude Devereaux
(Euroclub 1990)


Trama: Dougless Montgomery, sofisticata bellezza americana, desiderava essere il prototipo della donna d'oggi, indipendente, sicura, pronta per amare ed essere amata. E, specie in amore, un insuccesso era impensabile. Aveva preparato con ogni cura questa vacanza in Europa con Robert, tutto doveva essere perfetto, indimenticabile. E ora uno stupido litigio aveva guastato tutto: parole amare, fulminei risentimenti, e alla fine Robert l'aveva piantata in asso, in quella chiesa sperduta nella campagna inglese. Era sfrecciato via in macchina senza neppure uno sguardo per lei, lasciandola senza bagagli, o denaro o carte di credito. Rabbia e impotenza scuotono Dougless mentre piange sulla tomba di un antico cavaliere... quasi invocando il suo aiuto.
E all'improvviso, come in risposta alle sue preghiere, un uomo straordinario appare al suo fianco.
E' Nicholas Stafford, conte di Thornwyck, morto nel 1564 come è scritto sulla sua tomba. Alto, forte e gentile, terribilmente attraente con le vesti intessute d'oro vivo e argento... a sua volta folgorato dalla visione di lei, con i capelli sciolti sulle spalle, l'insolito vestito e le gambe così impudicamente nude.
Spinta verso di lui da una forza che oscura ogni ragione, Dougless "sente" che Nicholas è un arcano mistero e un abbagliante miracolo. Insondabili legami li uniscono e li avvolgono in un incanto senza tempo, fuori dal tempo, in una storia resa possibile dalla magia dei sentimenti...

Commento: Uno dei romanzi più belli ed emozionanti che abbia mai letto. Impossibile non innamorarsi di questa storia così appassionante, soprattutto, impossibile non innamorarsi di Nicholas Stafford! Così come apprezzerete la fragilità e l’insicurezza iniziali di Dougless, destinati ad evolvere in un coraggio e una forza d’animo non comuni.
La Deveraux ha una scrittura lineare e coinvolgente, capace di avvolgere e coinvolgere il lettore: i sentimenti emergono così potenti dalle pagine che non potrete fare a meno di gioire e di piangere insieme a questi due formidabili protagonisti.
Non mi addentrerò nella trama per non rovinarvi la lettura con degli spoiler, ma giusto per dare un'idea della sua particolarità, vi racconterò una cosa: tempo fa parlai di questo libro nel mio blog, pur non avendolo ancora trovato. Mi scrisse subito una ragazza che lo aveva letto, a puntate (fascicoli), una quindicina di anni fa su una rivista femminile e aveva perso proprio l’ultimo, il finale. Erano 15 anni che aveva il rovello di sapere come fosse finito! Naturalmente, poi gliel’ho raccontato…

 
Amore senza tempo  
 

di Jasmine Cresswell 
(I Romanzi Mondadori 1995 n. 271)

Trama: Robyn Delaney è una donna moderna che non crede nel soprannaturale. E’ innamorata del suo capo Zach Bowleigh ma il mistero che lo circonda la mette in grave pericolo e... la proietta nell’Inghilterra del diciottesimo secolo, in un luogo e in un tempo che non esistono più. Eppure Robyn li rivive concretamente, insieme all’affascinante antenato di Zach, William Bowleigh, barone di Starke. 

Commento“Amore senza tempo” ha in comune con "L'uomo dei miei sogni" solo l’idea dello spostamento spazio-temporale. Mentre tutto il resto, compreso come questo avviene, la caratterizzazione dei personaggi, la strutturazione della trama…sono del tutto differenti.
L'inizio della narrazione è ambientato ai giorni nostri, poi, a seguito di un eventro traumatico (non vi dirò quale), Robyn si ritrova improvvisamente nel 1700. In un primo momento, crede di essere stata rapita e che tutto sia una messiscena. Ma quando ogni cosa intorno a sé, compreso il suo stesso aspetto, le risulteranno estranei, passerà dal ritenersi pazza ad accettare la situazione.
A questo punto, Robyn inizierà ad interagire con quanti le stanno intorno, cambiando la loro esistenza. In particolar modo, vedremo il nascere di un sentimento ogni giorno più profondo nei confronti di William Bowleigh, barone di Starke.
Ma Robyn aveva già nel cuore qualcuno... quale amore sarà più forte? Quello del presente o quello del passato? Robyn tornerà da Zach o…? La scelta in ogni caso avrà un gusto amaro. Per saperlo non vi resta che leggerlo!



La Straniera

di Diana Gabaldon
(Ed. Corbaccio)

Trama: Nel 1945 Claire Randall, un'infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highland scozzesi. Durante una passeggiata la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano in quelle zone. All'improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan nell'anno del Signore 1743. Catapultata nel passato, attraverso il magico cerchio di pietre di Craigh na Dun,  da forze che non capisce, Claire si trova coinvolta in intrighi e pericoli che mettono a rischio la sua stessa vita e il suo cuore...

Commento: Claire è forte, ironica e coraggiosa: un personaggio moderno in un contesto storico che non mancherà di affascinarvi per il grande affresco dell'epoca capace di offrire; ma Jamie è il vero eroe del romanzo: forte, a tratti ingenuo, solare e generoso,  disposto a ogni genere di punzione e sacrificio per la donna che ama.
I nostri protagonisti si muovono, in un universo ricco e curato, fatto di luoghi, di costumi ed usi di un'epoca ormai lontana, di personaggi approfonditi e indimenticabili, nel  bene e nel male.
Su tutto, un amore capace di superare i confini del tempo e dello spazio. 

James Alexander Malcolm MacKenzie Fraser
(Mia manipolazione su una foto di Gerard Butler)
Nei romanzi successivi della saga "Outlander": 
Proprio nelle Highlands del 1743, Claire conosce il bellissimo nobile giacobita Jamie Fraser, con cui vive un'intensa storia d'amore e un matrimonio turbolento ma felice. Sono seguiti anni di passione e di avventure, ma anche d'intrighi e pericoli a causa della lotta fra clan scozzesi e della guerra fra Scozia e Inghilterra, che sfocia nello storico scontro nel Campo di Culloden. Braccati dagli inglesi che ritenevano James Fraser uno dei principali sobillatori e guardati con crescente sospetto dagli scozzesi, a causa del loro ovvio scetticismo circa l’esito della ribellione, James e Claire consumano la loro avventurosa storia d’amore fra campi di battaglia e manieri cupi e misteriosi, consapevoli che Claire si sarebbe ben presto trovata davanti a una scelta difficile: seguire fino in fondo il suo uomo perdendosi definitivamente nel passato, o tornare a un presente che ormai non le appartiene più...

La serie è stata pubblicata in Italia anche per la TEA Edizioni.


Aggiornamento: Outlander, la trasposizione televisiva del ciclo di romanzi La saga di Claire Randall (Outlander series) di Diana Gabaldon, è una serie televisiva britannico-statunitense, creata da Ronald D. Moore, che ha debuttato il 9 agosto 2014 sul canale via cavo Starz. In Italia la prima stagione è andata in onda in prima visione assoluta sul canale satellitare Fox Life dal 9 marzo al 29 giugno 2015, la seconda viene trasmessa dal 9 giugno 2016.