Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Promemoria: urban fantasy e paranormal romance in edicola

Ecco i romanzi fantasy  che trovate in edicola ad aprile
L'ULTIMO GRAFFIO
di Rachel Vincent
Trama: Il giorno della resa dei conti è arrivato.

Accusati di rapimento, omicidio e alto tradimento, Faythe, Jace e Marc devono accantonare le questioni di cuore e unire le forze per combattere. Ma per Faythe, diventata Alpha del clan Centromeridionale, vendicare i suoi morti e combattere gli spietati nemici della sua gente non è l'unica sfida. Perché il giorno della resa dei conti è arrivato, e lei dovrà scegliere tra i due uomini che più ama. Sapendo che qualunque sia la decisione, nulla sarà più lo stesso.
Serie Werecats/Shifters vol. 6 (il sesto romanzo conclude la serie).

La serie di Rachel Vincent è così composta: 1. IL GRAFFIO DELLA PANTERA 2007 (Stray).
2. IL GRAFFIO DELLA NOTTE 2008 (Rogue).
3. GRAFFIO SULLA PELLE  2009 (Pride).
4. GRAFFIO ASSASSINO  2009 (Prey).
5. GRAFFIO SULL'ANIMA 2010 (Shift).
6. L'ULTIMO GRAFFIO  2010 (Alpha).

TENEBRE NEL CUORE
di Rhyannon Byrd
Trama: …

E-reader ed e-book: ci sono anch'io

Dopo aver comprato vagonate di libri ed aver praticamente casa e garage sommerse da un'orda di volumi impilati in doppia e in terza fila, è arrivato anche per me il momento di convertirmi al digitale. 

Ciò non vuol dire che abbandonerò i miei amati libri di carta, ma solo che ne prenderò un po' meno, facendo tirare fiato ai miei spazi ed al mio portafogli (gli e-book, si sa, sono un po' più economici).
Per farla breve, nonostante mio marito sostenga (e a guardare l'estetica ed i contenuti di questo blog, potrebbe aver ragione) che sono un po' "antighetta", mi ha appena regalato il mio sospirato e-reader, arrivato col corriere poche ore fa e ...mi  sto già preparando a farmi sommergere dal futuro.


Caro marito, tu non lo sai, ma forse più che "antighetta" sono "steampunk"...!

Ehi, molla il mio Kindle! Mi sa che dovrò metterci una password!

Mr. Darcy: orgoglio o pregiudizio?

Vi ricordate quando Fitzwilliam Darcy entra per la prima volta nell’Assembly Room di Meryton in compagna dell'amico Charles Bingley? 
Qui avviene il primo incontro tra Darcy e Lizzie, entrano in gioco l'orgoglio e il pregiudizio e si innescano tutte le dinamiche tra i protagonisti che tanto amiamo.

Da "Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen Volume 1 Capitolo 3: Elizabeth Bennet era stata costretta, dalla penuria di cavalieri, a restarsene seduta per due giri di danza, e durante uno di questi momenti, Mr. Darcy si trovò a essere in piedi abbastanza vicino a lei da permetterle di ascoltare non vista una conversazione tra lui e Mr. Bingley, che aveva smesso di ballare per qualche minuto e si era avvicinato all'amico per convincerlo a unirsi al ballo.
"Andiamo, Darcy", disse, "devo farti ballare. Detesto vederti star lì da solo in modo così stupido. Faresti molto meglio a ballare."
"Non lo farò di sicuro. Sai quanto lo detesto, a meno che non cono…

Un amore complicato, piccolo commento

Un amore complicato
di Eve Silver
(Ed. Mondadori - I Romanzi)
Trama: Il cuore li avvicina, tutto sembra allontanarli…
Elizabeth Canham abita nello Yorkshire e fa l’insegnante alla Scuola Privata di Burndale. La sua vita tranquilla ha una svolta inaspettata quando incontra l’enigmatico Griffin Fairfax, padre di una delle sue allieve: uno sguardo penetrante che ben presto la attira inesorabilmente. E se all’apparenza Griff è un gentiluomo distinto e un genitore modello, si mormora che sia coinvolto nella prematura scomparsa della moglie e anche in quella di due insegnanti della scuola. Eppure non è paura quella che Elizabeth prova per lui. Ma se l’istinto le dice che Griff è innocente, saprà crederci anche il suo cuore?

Commento: Se Criminal Minds fosse ambientato nel XIX secolo
Cupo, angoscioso e inquietante, con alcune scene che sembravano un episodio di criminal minds ante-litteram. Solo che qui non ci sono intelligentissimi e preparati profiler del FBI, c'è soltanto una c…

La donna in nero di Susan Hill

Rispolvero un mio piccolo commento a questo noto romanzo, in occasione dell'uscita al cinema di "The Woman in Black"
Il film, un adattamento del romanzo gotico della scrittrice britannica Susan Hill, è diretto da James Watkins ed ha tra i protagonisti Daniel Radcliffe (Harry Potter), nei panni del giovane avvocato londinese Arthur Kipps.

La donna in nero
di Susan Hill (Ed. Polillo)
Trama: Il giovane avvocato londinese Arthur Kipps viene incaricato dal principale di recarsi in uno sperduto villaggio per presenziare ai funerali di un'anziana cliente e occuparsi della gestione dell'eredità. La signora Drablow, vedova da poco dopo le nozze, viveva da reclusa in una lugubre dimora circondata da nebbiose paludi. Per Arthur, in procinto di sposarsi, è l'occasione di dimostrare finalmente le sue capacità. Così, quando al suo arrivo s'imbatte in una strana reticenza riguardo alla casa e alla sua eccentrica abitante, non se ne cura più di tanto. Né lo turba la prese…

MISTERI DOLOROSI: intervista all'autore

In occasione dell'anniversario del tragico rapimento Moro, ripropongo una recentissima intervista, effettuata per il blog "Una Passione e Oltre", all'autore dell'interessantissimo libro MISTERI DOLOROSI, Storie di terrorismo nel dopoguerra italiano
Massimo Del Papa, giornalista, scrittore, performer, dopo una serie di lavori più personali ed altri dedicati ad alcuni miti musicali – da Zero a Battisti a Keith Richards – torna in libreria con un libro del tutto diverso: “Misteri dolorosi – storie di terrorismo nel dopoguerra italiano” è, come suggerisce il titolo, un saggio sull'inesausta stagione di quelli che abbiamo imparato a conoscere come “anni di piombo”. Abbiamo incontrato l'autore per un veloce scambio di battute. 
Perchè un altro libro sul terrorismo? Perché credo, anzi ne sono certo, che non sia stato ancora detto tutto. Io stesso provo a dire qualcosa di nuovo su una stagione che custodisce infiniti misteri, e dolorosi, anche perché insis…

La porta proibita - Jane Eyre

Tra le versioni cinematografiche più famose tratte dal capolavoro letterario Jane Eyre scritto da Charlotte Brontë, c'è "La Porta Proibita" con Joan Fontaine e Orson Welles, realizzata nel 1943  dal regista inglese Robert Stevenson.

L’atmosfera cupa e gotica del romanzo è pefettamente ricreata dalla bellissima fotografia in bianco e nero e dalla suggestiva ambientazione.
Orson Welles non fu solo il protagonista, nella parte del tormentato aristocratico che si innamora dell'istitutrice Jane Eyre, ma anche il produttore del film, portando il suo contributo in ogni settore, dalla sceneggiatura (firmata da un grande scrittore come Aldous Huxley) alla scenografia al montaggio - e naturalmente influenzando le riprese. Vicino a Welles, nella parte della protagonista Jane Eyre, c'è una bella ed espressiva Joan Fontaine (premio Oscar per Rebecca).

La trama del film "La porta proibita - Jane Eyre": Jane Eyre è una giovane orfana cresciuta in collegio sotto il tir…

Promemoria: urban fantasy e paranormal romance in edicola

Con il mio vecchio blog, segnalavo tutte  le uscite dei romanzi del genere che prediligo (urban fantasy, vampire romance, ecc. ecc.), ma dopo aver riaperto su questa nuova piattaforma ho deciso di non farlo più, sia per il numero considerevole di nuovi romanzi in uscita, sia perchè già se ne occupavano tantissimi altri siti.
Credo, però, che possa essere utile ricordare i romanzi che passano in edicola (anche e soprattutto per me), perchè basta dimenticarsene o aspettare qualche giorno di troppo e non si trovano più!  Quante volte ci è poi toccato ricercarli nell'usato o ordinarli alla casa editrice con conseguente aumento delle spese?!
Ecco, dunque, questa piccola rubrica, un promemoria per i romanzi in edicola questo mese:

I romanzi Mondadori Collana Dark Passion
Le tentazioni di Damien

di Jacquelyn Frank
Trama: Damien è il Principe dei vampiri e nella sua lunga vita ha sperimentato ogni genere di piacere, abbandonandosi ad avventure sensuali con re e regine. Ora, però, è giunto per lu…

Il principe di sangue nero, piccolo commento

Vampire Empire Il principe di sangue nero
di Susan Griffith e Clay Griffith (Ed. Sonzogno)
Trama: Anno 1870. I vampiri hanno conquistato la parte settentrionale del pianeta, seminando morte e devastazione.
Le grandi e sfarzose capitali dell'era industriale sono diventate cimiteri. I pochi sopravvissuti hanno dovuto cercare rifugio ai Tropici, il cui clima torrido è nocivo alle grigie creature della notte. Così, dall'Egitto al Centro America, fino ai templi immersi nelle foreste della Malesia, sono sorte nuove civiltà del vapore e del ferro, fondate sull'arte e la tecnologia. Anno 2020. Quello che resta del glorioso impero britannico è ora il regno di Equatoria, la cui erede al trono è la principessa Adele, un'intrepida guerriera, ma anche una ragazza colta e raffinata, che trascorre intere giornate immersa nella lettura nei silenziosi saloni della mitica Biblioteca di Alessandria. La sua intraprendenza e il suo spirito indomito risveglieranno però la crudeltà di un efferato…

Jane Austen Book Club: L'Abbazia di Northanger

L'Abbazia di Northanger, pubblicato postumo ma scritto a fine Settecento, da un'autrice poco più che ventenne, è il primo romanzo compiuto di Jane Austen. E il libro giovanile di una scrittrice innamorata della lettura è anche una riflessione sulla passione di leggere, e sui rischi che questa passione comporta, in particolare quello del ridicolo. La protagonista, Catherine, è infatti un'accanita lettrice, propensa a immaginare nella sua normalissima esistenza quotidiana gli stessi eventi eccezionali che i suoi romanzi preferiti le hanno insegnato ad apprezzare.
Celebrazione dei riti di iniziazione sociale della borghesia inglese di provincia a cavallo tra Sette e Ottocento, quest’opera della Austen non si esaurisce nella storia di una contrastata passione, ma rappresenta una sottile parodia del romanzo sentimentale, e soprattutto del romanzo gotico, la più diffusa moda letteraria del tempo. E Catherine è, prima di tutto, la divertente messa in scena di una simpatica anti-ero…

Elizabethtown: ci vuole tempo per tirare fuori la gioia dalla vita

A volte si cerca un film e non lo si trova da nessuna parte, altre ti cade in mano da uno scaffale, pezzo unico e stranamente iper-scontato. E' quello che mi è successo, anni fa, con il film  Elizabethtown. Ammetto che da principio ad interessarmi fu la presenza, come attore principale, di Orlando Bloom, non perchè ne sia una fan scatenata, ma mi aveva molto colpito come Legolas, ne "Il Signore degli Anelli" ed avevo, poi, amato il suo indomito Will Turner nell'avventurosa trilogia de "I Pirati dei Caraibi". Certo, le critiche lette in rete non mi avevano aiutata a farmi un'idea precisa della qualità della trama: troppo divergenti fra loro e troppo personali.  Alla fine decisi d'istinto, quando me lo trovai davanti in un centro commerciale... ne rimirai la cover, lessi la trama e lo acquistai, sperando di non essere incappata nel solito filmetto insulso.
Dovette attendere ancora qualche settimana, prima che trovassi una serata in cui non c…