Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Piccolo commento: Identità Criminali di Sarah McClane

IDENTITA' CRIMINALI
di Sarah McClane
Trama: A New York un serial killer sta seminando il terrore. La sua unica firma è una moneta da un centesimo sotto la lingua. Nat Crawley, soprannominato Red Scorpion, è un poliziotto del NYPD. Ha un carattere duro, scontroso, ma è abile nel suo lavoro. Durante le indagini, il capitano Conners gli affianca Cassie Hooker, detective di terzo grado, allegra ma pasticciona. Iniziano a lavorare fianco a fianco, giorno e notte. Ma Red Scorpion non solo deve affrontare un pazzo assetato di sangue, ma anche lottare contro un passato pieno di dolore, che gli ha procurato ferite profonde, nel corpo e nell'anima. I mesi si susseguono uno dopo l'altro, così pure le vittime. Fino alla svolta finale...


Commento: "Identità criminali" è un avvincente romanzo thriller con elementi rosa, tutto italiano: dietro allo pseudonimo di Sarah McClane c'è infatti l'italianissima Sonia Caporali, artista e autrice di romanzi rosa storici, oltre che cont…

Anteprime: "QUELLI ERANO TEMPI" e "SOPRA UN PRATO MALATO" di Massimo Del Papa

Siamo in clima di Mondiali, giugno è appena iniziato e la voglia di vera estate, di speranze e nostalgie si mescolano al verde delle foglie, alle nostre stagioni passate o a quelle che avremmo voluto vivere.  I Mondiali del 1982 con la loro epicità, ci riportano un'Italia più semplice, entusiasta e vitale. Non si parlava allora delle app per verificare lo stato di affaticamento dei calciatori, c'erano polemiche all'inizio, è vero, ma c'erano soprattutto le televisioni-scatolone perennemente accese, gli amici ed i parenti a casa (o al bar) in un rito collettivo, il piedone Eldorado, le partite sulla spiaggia col Tango e Bearzot col suo cipiglio serio e bonario.  Ricordo la finale, ero molto piccola, l'entusiasmo, la gioia e la sirena dell'ambulanza per un mio concittadino che, seppi poi, non resse alla felicità di essere CAMPIONI DEL MONDO (tre volte con Nando Martellini). Ricordo l'entusiasmo che sciamava a piedi, in motorino e sulle cinquecento con le bandi…