Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

ANTEPRIMA: OUR ZOO

Immagine
Il padre di tutti i bioparchi è Our Zoo, serie della BBC appena partita in Inghilterra, basata sulla storia vera di George Mottershead, un reduce della prima guerra mondiale che non riesce a guarire dal suo stress post traumatico. Finché, alla fine degli anni Venti, non capita ad uno spettacolo di animali con la figlia più piccola, subisce una crisi devastante, si reca al porto di Chester, ne torna con un pappagallo e una scimma destinati a morte certa, finisce al circo, salva addirittura un cammello, nella sincera preoccupazione dei familiari, moglie, altra figlia adolescente, anziani genitori bottegai. È partita la nuova vita di George, che non ne può più di stress, di ricordi, di rimpatriate fra mutilati (lui stesso è rimasto tre anni inchiodato alla sua schiena, incapace di camminare, di muoversi, pensando ogni momento al fratello che in guerra ebbe sorte peggiore, definitiva). È partita la nuova vita con un debito di tremila sterline in banca per comperare una tenuta dismessa, Oa…

ANTEPRIMA: Romeo. Storia di un lupo

Immagine
Dopo tanto ritorno con un'anteprima libraria! Con il passare del tempo e l'aiuto dei miei gatti, ho assunto una coscienza "animalista" e ho grande amore e rispetto per i nostri amici a quattro zampe. Questo si riflette in parte anche nelle letture che prediligo fare e consigliare... allora eccomi con questo libro in uscita ad ottobre.  L'autore è Nick Jans, fotografo e scrittore. Autore di numerosi libri e articoli, collabora con  «Alaska Magazine» e «USA Today». Dopo aver vissuto per anni sin dall'infanzia in giro per il mondo, a Washington e in altre città, ha scelto di vivere nella natura. Oggi vive con la moglie e 4 cani in una località remota dell’Alaska sud-orientale. Dalla sua esperienza in questi luoghi è nato Romeo.

ROMEO STORIA DI UN LUPO
di Nick Jans (Ed. Piemme)
Trama: Il primo incontro avviene un giorno di dicembre. Nick sta camminando sul lago ghiacciato vicino alla sua casa, nell’Alaska sud-orientale, con la moglie e il loro labrador quando succede. …

TeleRicordi: Impareggiabile Tenente Colombo

Immagine
Ho visto un remoto episodio del tenente Colombo, roba di 40 anni fa, e c’era un protocolombo, un tenentino tenace ma – incredibile a dirsi, e soprattutto a vedersi – ordinato, la riga tra i capelli, il completino modesto ma impeccabile, i pantaloni né a zompafosso né a strascico, perfino la cravatta intonata e annodata giusta. Niente impermeabile, e una tecnica, quella di ammazzare l’assassino di domande, già abbozzata ma non ancora spinta al parossismo: aspettavo, ma non arrivava, l’uscita dalla stanza e il subitaneo ritorno, la palma picchiata sulla fronte, l’indice sospeso per aria, come il mezzo sguardo, quasi ad inseguire l’ultima domanda solo allora arrampicatasi alla mente. Anche le blandizie all’omicida, subito sgamato, erano tenui e rarefatte, Colombo non provocava lo scoprirsi del nemico: lo attendeva, felpato.  Poi, col tempo, il lavoro ai fianchi s’è fatto più continuo, più devastante, più sottile anche. Colombo si rendeva sempre più socratico nell’indagine, più psicanaliti…